ecopassaparola

MICRORGANISMI

APPLICAZIONI

COME ORDINARE

NEWS ED EVENTI

DOMANDE E RISPOSTE

Vuoi scaricare tutta la documentazione sui microrganismi effettivi? Registrati al nostro sito web!

 

 

 

Area clienti

Username:

Password:

 

 

Per acquistare i nostri prodotti, visita…

 

Quali sono i vantaggi dei cosmetici naturali in presenza di aria secca?

Per le pelli secche consigliamo le emulsioni acqua in olio (Crema balsamo bioemsan), ossia la goccia d’acqua è rivestita da un manto di olio che forma una protezione contro la disidratazione. Il tenore d’acqua è costituito da preziosi idrolati, succo di Aloe Vera fresca combinato ad estratti di erbe, come nel caso dei cosmetici naturali biologici. L’equilibrato tenore di grasso della crema è composto da oli e grassi vegetali biologici nutrienti ottenuti dalla spremitura a freddo nonché da lanolina di pecora purificata, capace di trattenere notevolmente l’umidità nella pelle. Della protezione dalla disidratazione che causa una prematura comparsa delle rughe e un aspetto affaticato ha bisogno soprattutto la cosiddetta pelle matura. Si può dire che i veri idratanti sono in realtà le ricche creme grasse. Le creme cosiddette idratanti della cosmesi naturale si distinguono dalle formule delle creme tradizionali per il loro rapporto equilibrato di grasso e acqua. Non assorbono così in fretta ma lasciano una pelle morbida ed elastica senza ungere. In prima linea sono adatte alle pelli tendenzialmente grasse e alle pelli giovani, che producono ancora sufficiente sebo, ma anche alle pelli maschili.

 

A quali tipi di pelle è adatta la Crema balsamo bioemsan?

La Crema balsamo bioemsan è adatta a qualsiasi tipo di pelle, ma ha un effetto particolarmente benefico per le pelli secche e delicate. Questa crema nutriente si distingue per i suoi ingredienti anallergici e lenitivi, che evitano screpolature ed arrossamenti.

 

Cosa sono i tensioattivi vegetali e per che cosa si utilizzano?

I tensioattivi sono sostanze detergenti che noi utilizziamo nei nostri shampoo, nel gel doccia e nei dentrifici. Noi impieghiamo due tensioattivi vegetali che non solo sono delicati sulla pelle, sui capelli e sulle gengive ma sono anche assolutamente ecologici. Questi tensioattivi, inoltre, sono biodegradabili al 100%. Tensioattivo zuccherino (INCI: Coco glucoside): si tratta di un legame di acidi grassi e zucchero di canna. Più precisamente si tratta di una combinazione di olio di cocco, olio di palmisti e zucchero di canna, biodegradabile al 100% e che non irrita la pelle, le mucose e gli occhi. Nel dentifricio, la sua schiuma leggera ha il compito di far sì che le sostanze terapeutiche contenute nel dentifricio stesso restino il più a lungo possibile nel cavo orale. Acilglutammato (INCI: Disodium cocoyl glutamate): sostanza detergente delicata ottenuta dalla combinazione di aminoacidi ed un acido grasso della noce di cocco. La materia prima di partenza è l’olio di cocco, completamente biodegradabile ed anallergico. Grazie alla sua schiuma leggera, le sostanze terapeutiche contenute nel dentifricio restano più a lungo nel cavo orale. Inoltre coadiuva l’azione antitartaro della creta, uno degli elementi abrasivi del dentifricio.

 

Che cos’è un idrolato e come si ottiene?

Il metodo di produzione più ricorrente per ottenere oli essenziali qualitativamente validi è la distillazione in corrente di vapore. Le parti delle piante vengono poste su una grata sotto cui si trova un contenitore d’acqua riscaldabile. Il vapore acqueo ascendente estrae gli oli essenziali dalla pianta portandoli con sè verso l’alto. Dopo la condensazione in una serpentina di raffreddamento, gli oli essenziali, non essendo miscibili, possono essere separati dall’acqua aromatizzata, ossia l’idrolato. Le tre fasi del metodo sono evaporazione – raffreddamento – separazione. In questo modo si ottengono le cosiddette acque di distillazione (chiamate acque aromatiche o idrolati) che contengono tutte le componenti idrosolubili della pianta nonché oli essenziali in diversa concentrazione. I nostri idrolati profumati vengono dalla Francia, dall’Iran (progetto rosai biologici a sostegno degli orfanotrofi in Iran) e dalla Turchia da piante provenienti da colture biologicamente controllate e vengono stabilizzati e conservati con il 10% di alcol biologico puro, altrimenti si deteriorerebbero rapidamente provocando alla pelle più danni che benefici. Venendo applicato o vaporizzato sulla pelle insieme all’acqua aromatica, il tenore di alcol biologico evapora immediatamente e non è nocivo per la pelle. Al contrario! Attiva tutte le funzioni dell’epidermide.

 

Che cos’è la lanolina?

Nella cosmesi naturale, la lanolina trova impiego come eccipiente naturale. Di seguito una breve spiegazione. Lanolina (INCI: Lanolin): si intende la lanolina anidra secreta dalla pelle della pecora, da non confondere con la lanolina reperibile in farmacia composta, secondo la Farmacopea tedesca (DAB), da una miscela di 65% di lanolina, 15% di olio di paraffina e 20% di acqua! Contrariamente al prodotto industriale ottenuto “sparando“ aria a temperature elevate per accelerare il processo, la nostra lanolina viene privata dei residui di pesticidi tramite una speciale tecnica, quindi viene deodorizzata agitandola in modo estremamente delicato e a temperature adeguate. La nostra lanolina non è conservata (solitamente, la lanolina viene resa conservabile con un conservante cancerogeno). Nelle nostre creme, la lanolina viene utilizzata con un’emulsione di acqua in olio come emulsionante e serve a legare acqua ed olio. Allo stesso tempo, però, è una sostanza straordinaria per la pelle, perché trattiene l’umidità e contiene ingredienti biologici preziosi come colesterolo e pro-vitamina D. La lanolina che utilizziamo è di altissima qualità, perché proviene esclusivamente da pecore vive ed è purificata in modo da non provocare fenomeni di intolleranza o irritazioni.

 

Perché non si utilizzano fluoruri nel dentrificio?

Abbiamo deciso di non aggiungere fluoruri ai nostri dentifrici perché riteniamo che il costante apporto di fluoruri all’organismo durante l’igiene orale quotidiana non sia appropriato né vantaggioso. Se richiesto da un punto di vista medico, sono disponibili preparati a base di fluoro, anche in forma omeopatica. L’assenza di fluoruri è importante anche per i bambini. Questi, infatti, ingeriscono spesso dentifricio quando si lavano i denti, cosa che può provocare un iperdosaggio di fluoro.

 

Quali tensioattivi vegetali sono contenuti nei vostri shampoo?

Il tensioattivo zuccherino e l’acilglutammato sono due sostanze detergenti puramente vegetali che vengono utilizzate negli shampoo bioemsan come efficaci tensioattivi dall’azione detergente delicata. Il tensioattivo zuccherino si estrae dall’olio di cocco, dall’olio di palmisti e dallo zucchero di canna: questa combinazione di acidi grassi e zucchero è assolutamente biodegradabile e non irrita la pelle, le mucose e gli occhi. L’acilglutammato è una sostanza detergente particolarmente deilcata ed un tensioattivo leggero e schiumoso che non ha nulla a che fare con il glutammato utilizzato come esaltatore di sapidità.

 

Perché gli shampoo naturali producono meno schiuma di altri?

Alla prima applicazione, gli shampoo bioemsan formano meno schiuma degli shampoo tradizionali pur avendo lo stesso effetto. Alla seconda applicazione si forma una schiuma morbida anche con una quantità minore di shampoo. Ciò è dovuto al fatto che per i nostri shampoo naturali utilizziamo esclusivamente tensioattivi vegetali delicati. Poiché gli shampoo bioemsan sono altamente concentrati, per ogni lavaggio consigliamo di miscelare una piccola quantità di shampoo con una quantità doppia o tripla di acqua e di applicarla sui capelli bagnati. Per un’azione ottimale, lasciare agire brevemente lo shampoo, dopodiché risciacquare con abbondante acqua.

 

Posso usare la Crema condizionante anche come maschera per i capelli?

La nostra Crema condizionante bioemsan può essere utilizzata in vari modi. Riportiamo qui brevemente alcuni esempi di applicazione: Come balsamo: massaggiare una noce di crema su tutta la lunghezza dei capelli umidi, lasciare agire brevemente e sciacquare. Proseguire con il consueto trattamento. Per un impacco curativo: lasciare agire 20 minuti possibilmente sotto fonte di calore, dopodiché sciacquare. Per la cura delle punte: massaggiare sulle punte bagnate o asciutte, avvolgere in una pellicola e lasciare agire per lungo tempo. Sciacquare.

 

Home page | L'azienda | Qualità | Dove siamo | Contattaci

Microrganismi | Applicazioni | Come ordinare | News ed eventi | Domande e risposte

BIONRG S.R.L. / Via Cesare Battisti 53 / 26842 Caselle Landi (Lodi) / P.Iva 04783870969 e-mail: info@bionrg.it